lunedì 27 febbraio 2017

Release Blitz: "Per Addestrati" di Chiara Cilli



Buon Lunedì a tutti!!
Quale modo migliore di iniziare la settimana se non con la presentazione di un nuovo libro? Ed infatti oggi voglio parlarvi di Per Addestrarti. Un grande in bocca al lupo all'autrice, Chiara Cilli!
Ma bando alle ciance, ora vado a presentarvi il quarto volume della serie dark contemporanea Blood Bonds.
Mi raccomando non dimenticate di partecipare al giveaway con cui potrete vincere una copia autografata del libro!! ;)

Credevo di sapere chi fossi. Cosa fossi.
Credevo di non avere più scampo, che la mia resistenza fosse ormai giunta al termine.

Poi ho sentito la sua voce pronunciare il mio nome.
Poi i suoi occhi hanno risposto al richiamo dei miei.

Non ha paura di me. Si avvicina. Mi parla. Mi tocca come se le appartenessi. È folle.
Lui è l’unica chance che ho per restare viva. Devo far sì che gli importi di me. Che sia lui ad avvicinarsi.

Ma non riesco a starle lontano.
Ma gli basta sfiorarmi perché perda di vista l’obiettivo.

L’arrivo della Regina è vicino.
Dovrò scegliere.

La sottomissione.
O la lama di André Lamaze.

Qualunque sia la sua decisione, finalmente dirò addio alla mia piccola rossa.

Titolo: Per Addestrarti
Autrice: Chiara Cilli
Serie: Blood Bonds #4
Genere: Dark Contemporary Romance
Pagine: 312
Editore: Selfpublished
Prezzo eBook: € 2.99


Questo romanzo contiene situazioni inquietanti, scene viol
ente e omicidi. Non adatto a persone suscettibili ai temi trattati. +18

venerdì 24 febbraio 2017

Recensione: "Diciannove minuti" di Jodi Picoult

Da dove iniziare per parlarvi di questo libro? Non è facile trovare un punto di inizio quando ci sono così tante cose da dire.
Questo libro è sicuramente un piccolo capolavoro che va assaporato e letto quando si è predisposti ad una lettura impegnativa che tocca temi difficili, come solo la Picoult sa fare. Conoscendo questa autrice non mi aspettavo una storia superficiale, ma ammetto di essere rimasta particolarmente colpita, forse proprio a causa del tema affrontato.
 
 Sterling è una tranquilla cittadina americana dello New Hampshire dove non succede mai nulla, fino a quando accade l'impensabile: un ragazzo di diciassette anni, Peter Houghton compie una strage di studenti nel suo stesso college. Cerca a sua volta di uccidersi, ma la polizia riesce a impedirlo e lo arresta. Con il «mostro» sbattuto in prima pagina e in prigione, l'intera comunità - genitori, amici, fidanzati, conoscenti delle vittime - straziata, fatica a fare i conti con una realtà peggiore di un incubo: vite stroncate, altre storpiate, deturpate per sempre. Per ironia della sorte, tra i feriti c'è anche Josie Cormier, testimone chiave e figlia del giudice incaricata del processo. E fra i professori del college c'è il padre di Peter, che da bambino era amico di Josie. Ciascuna delle persone coinvolte tenta, fra passato e presente, di comprendere i perché di ciò che è successo in un dialogo a più voci intenso e spiazzante perché fa capire come la realtà sia perversamente complessa, come gli studenti modello possano rivelarsi degli aguzzini e come i mostri possano rivelarsi vittime disperate, in un'età in cui quanto è maggiore il bisogno di amore e comprensione, tanto minore è la capacità di mostrarlo, un'età in cui le insicurezze spingono al conformismo che non tollera diversità. Sono tante le domande che pone Jodi Picoult e sono tutte importanti: è possibile che un figlio possa dimostrarsi un perfetto estraneo agli occhi dei propri genitori? Che cosa significa essere diversi nella nostra società? Fino a che punto può arrivare il desiderio di vendetta da parte di una vittima? E soprattutto: che diritto ha, chiunque, di giudicare gli altri? Ancora una volta Jodi Picoult sa trovare le parole giuste per raccontare storie scomode, difficili, ma autentiche e urgenti.

mercoledì 22 febbraio 2017

WWW: Wednesday # 8 -2017


 
Buon Mercoledì a tutti!
Dopo aver saltato il turno la settimana scorsa, eccomi di ritorno con l'appuntamento settimanale con il WWW. Questa settimana c'è una lettura che mi ha colpito particolarmente e di cui non vedo l'ora di scrivere la recensione (compito che si preannuncia abbastanza complicato).
 
Cosa stai leggendo?
 
In questo momento? Ad essere sincera niente. Ieri ho finito il libro della Picoult e ancora non ho scelto il libro successivo, ma ho un disperato bisogno di una lettura leggera. La scelta è tra:
Il GGG
Il piccolo regno
I 100 colori del blu
Remember
Che mi consigliate?
 
Cosa hai appena finito di leggere?

  
 
 
In questa settimana ho letto Cento giorni di felicità di Fausto Brizzi, un libro brillante, divertente, ma anche profondo. Una lettura leggera che offre molti spunti di riflessione. QUI trovate la recensione.
Neve di Maxence Fermine, una piccola chicca dal sapore orientale che sa incantare. Una storia delicata e avvincente che unisce la delicatezza di una favola alla concretezza di un racconto.
E poi ho concluso il libro iniziato la scorsa settimana Diciannove Minuti della Picoult, una storia che lascia senza fiato. Quando ho preso questo libro, conoscendo lo stile dell'autrice, sapevo che mi sarei trovata davanti una storia intensa, ma non fino a questo punto. Il romanzo tocca un tema delicato e sempre attuale e la Picoult riesce a svilupparlo con un'abilità sorprendente. Intenso, profondo, toccante Diciannove minuti mi ha lasciata senza parole. Prometto che la recensione arriverà al più presto, giusto il tempo di districare la marea di sensazioni che mi ha lasciato dentro.
 
Cosa leggerai in seguito?
 
 
Per il gruppo di lettura devo iniziare Tutta la pioggia del cielo. Per il resto aspetto, come sempre, l'ispirazione.
 
 Ecco qua e anche oggi siamo arrivati alla fine. Voi quali libri avete letto?

martedì 21 febbraio 2017

Recensione: "Cento giorni di felicità" di Fausto Brizzi

La NOSTRA CHALLENGE
Libro consigliato da Grazia La Spacciatrice


Avete presente quel detto che recita che l'importante non è la meta ma il viaggio? Ecco, questo libro parla proprio di quel viaggio.

Non a tutti è concesso di sapere in anticipo il giorno della propria morte. Lucio Battistini, quarantenne ex pallanuotista con moglie e due figli piccoli, invece lo conosce esattamente. Anzi, la data l'ha fissata proprio lui, quando ha ricevuto la visita di un ospite inatteso e indesiderato, un cancro al fegato che ha soprannominato, per sdrammatizzare, «l'amico Fritz». Cento giorni di vita prima del traguardo finale. Cento giorni per lasciare un bel ricordo ai propri figli, giocare con gli amici e, soprattutto, riconquistare il cuore della moglie, ferito da un tradimento inaspettato. Cento giorni per scoprire che la vita è buffa e ti sorprende sempre. Cento giorni nei quali Lucio decide di impegnarsi nella cosa piú difficile di tutte: essere felice. Perché, come scriveva Nicolas de Chamfort, «la piú perduta delle giornate è quella in cui non si è riso».

giovedì 16 febbraio 2017

Recensione: "L'Accademia del Bene e del Male" di Soman Chainani

CONSIGLI LIBROSI CHALLENGE
Un libro consigliato da RowanL'accademia del Bene e del Male

Sono emozionataaaa! Prima recensione della Challenge, che vi devo dire?
Bello! Bello! Bello!
Me lo hanno detto in molti, ma io sono una miscredente e finché non vedo non credo. Quindi ora posso consapevolmente dire che questo libro è davvero fantastico, un mix perfettamente riuscito di fantasy e fiaba. Però (... ebbene sì c'è un però) ha un difetto, un difetto enorme.
Ma dico io, non si può mettere in copertina una frase che ti spoilera il primo (e centrale) colpo di scena.
 
Ma vediamo una cosa alla volta e iniziamo dalla trama.
 
Sophie e Agatha sono da sempre amiche del cuore e non vedono l'ora di scoprire cosa significhi studiare nella leggendaria Accademia del Bene e del Male, dove ragazze e ragazzi normali vengono preparati a diventare gli eroi e i cattivi delle fiabe. Con i suoi eleganti abiti rosa, le scarpette di cristallo e la passione per le buone azioni, Sophie sa che otterrà ottimi voti nella Scuola del Bene. Agatha invece, con i vestiti neri e informi e il carattere scontroso sembra una perfetta candidata per la Scuola del Male. Quando arrivano all'Accademia le due ragazze fanno una scoperta sorprendente: Sophie finisce nella Scuola del Male a seguire lezioni di Imbruttimento, Trappole mortali e Storia della Cattiveria, mentre Agatha si ritrova nella Scuola del Bene, a lezione di Etichetta principesca. Si tratta di un errore? O forse il loro autentico carattere è diverso da ciò che tutti credono? Per Sophie e Agatha comincia un viaggio in un mondo straordinario, dove l'unico modo per uscire dalla fiaba è viverne una fino alla fine.

mercoledì 15 febbraio 2017

Recensione: "Il bacio più breve della storia" di Mathias Malzieu

Oggi niente WWW e, ammettendo pubblicamente le mie colpe, salto il turno per pura pigrizia.
 
Approfitto della recensione per aggiornarvi sulle letture che sono state solo due, la prima è il libro che sto per recensire e la seconda è L'accademia del bene e del male (di cui spero di pubblicare il post tra oggi e domani). Tra le mani invece in questo momento ho Diciannove minuti delle Picoult (ebbene sì ho rispettato le previsione dello scorso WWW, sorpresi?) ma visto che ho letto giusto 5 frasi ieri sera, non saprei cosa dirvi se non che la storia mi intriga molto.
Sulle letture in programma stavolta mantengo il più assoluto riserbo, così creo suspance...
 
E ora che ho confessato tutto, iniziamo a parlare de Il bacio più breve della storia.
 
Secondo libro che leggo di questo autore, le cui opere colpiscono in primis per le copertine favolistiche e sgargianti. Rispetto a La Meccanica del Cuore mi ha conquistata meno, ma se siete in cerca di una storia dolce ed emozionante, questo libro sarà una piacevole lettura.
 
Parigi, una sera al Théâtre du Renard, l’orchestra suona It’s Now or Never. Una ragazza misteriosa e sfuggevole si aggira, lui la nota, cerca in ogni modo di avvicinarla e, quando ormai tutto sembra impossibile, si trovano faccia a faccia e si baciano. Un bacio minuscolo, il più breve mai registrato, e lei scompare. Invisibile, si allontana. Un mistero anche per un inventore come lui che, seppur di indole tendenzialmente depressa, è determinato a rivedere l’eterea e vulnerabile creatura che lo ha ammaliato. Inizia così una ricerca serrata in cui sarà affiancato da due bizzarri personaggi: un detective in pensione, che ha tutto l’aspetto di un orso polare, e il suo stravagante pappagallo. Le invenzioni si susseguono e qualcosa di molto goloso e originale aiuterà il protagonista nel suo scopo. Ormai è chiaro, fra i due è scoccata una scintilla, si è prodotto un cortocircuito. Ma in amore gli artifici non bastano, servono coraggio e temerarietà, doti che entrambi dovranno conquistare se vorranno trovarsi e abbandonarsi l’uno all’altra.Riusciranno i due a superare ostacoli e paure e a vivere il loro amore?

lunedì 13 febbraio 2017

Recensione: "Il Bizzarro Museo degli Orrori" di Dan Rhodes

Sono triste. Sono molto, molto triste.
Questo libro si è rivelato una grandissima delusione! :(

ForsterIn un paesino qualunque nel cuore di una regione imprecisata, c’è un posto molto speciale: un museo dei suicidi, fondato da una ricca benefattrice con il nobile intento di distogliere le anime depresse dai pensieri di morte. Ma quando cala la notte in questo museo succede qualcosa di molto inquietante... Eppure i rumori non turbano il vecchio custode: il tempo di ingoiare un ragno che gli cammina sul viso, e poi chiude di nuovo gli occhi e riprende a russare. Quali orribili segreti si nascondono tra queste mura? E chi è Ernst Fröhlicher, l’enigmatico dottore giunto da lontano con il suo inseparabile labrador nero? Il mistero aleggia sempre più fitto, ma la terribile verità sta per venire finalmente a galla… Tra presenze sinistre, triangoli d’amore, suicidi, cannibalismo, personaggi grotteschi e situazioni al limite dell’assurdo, un racconto macabro, avvincente e divertentissimo.

venerdì 10 febbraio 2017

Recensione: "Storia di una ladra di libri" di Mark Zusak

Quando si dice una recensione difficile! Di questo libro non so proprio cosa dire perché se da un lato ci ho messo quasi due settimana a finirlo, dall'altro non posso proprio dire che non mi sia piaciuto.

 
È il 1939 nella Germania nazista. Tutto il Paese è col fiato sospeso. La Morte non ha mai avuto tanto da fare, ed è solo l'inizio. Il giorno del funerale del suo fratellino, Liesel Meminger raccoglie un oggetto seminascosto nella neve, qualcosa di sconosciuto e confortante al tempo stesso, un libriccino abbandonato lì, forse, o dimenticato dai custodi del minuscolo cimitero. Liesel non ci pensa due volte, le pare un segno, la prova tangibile di un ricordo per il futuro: lo ruba e lo porta con sé. Così comincia la storia di una piccola ladra, la storia d'amore di Liesel con i libri e con le parole, che per lei diventano un talismano contro l'orrore che la circonda. Grazie al padre adottivo impara a leggere e ben presto si fa più esperta e temeraria: prima strappa i libri ai roghi nazisti perché "ai tedeschi piaceva bruciare cose. Negozi, sinagoghe, case e libri", poi li sottrae dalla biblioteca della moglie del sindaco, e interviene tutte le volte che ce n'è uno in pericolo. Lei li salva, come farebbe con qualsiasi creatura. Ma i tempi si fanno sempre più difficili. Quando la famiglia putativa di Liesel nasconde un ebreo in cantina, il mondo della ragazzina all'improvviso diventa più piccolo. E, al contempo, più vasto. Raccontato dalla Morte - curiosa, amabile, partecipe, chiacchierona - "Storia di una ladra di libri" è un romanzo sul potere delle parole e sulla capacità dei libri di nutrire lo spirito.

mercoledì 8 febbraio 2017

WWW: Wednesday 6 -2017

 
 
Ci siamo, siete pronti?
A fare cosa mi chiedete? Ma a spettegolare sui libri che abbiamo letto, stiamo leggendo o vogliamo leggere! Quindi preparate thé caldo e biscotti (che forse a quest'ora non ci stanno benissimo ma sorvoliamo) ed iniziamo!
 
Cosa stai leggendo?
 
 
Ho iniziato nel week end Cento giorni di felicità di Brizzi e si sta già rivelando una storia carina. Forse non all'altezza di ho sposato una vegano, ma comunque una storia spiritosa e con un protagonista tutto da scoprire.
 
Cosa hai appena finito di leggere?

 
 
Storia di una ladra di libri. Ebbene sì, ce l'ho fatta!! Stanotte ho fatto l'una e mezza ma sono riuscita ad arrivare alla fine. Dico la verità, il libro è molto bello e c'è scappata anche la lacrimuccia, però ho fatto davvero tanta fatica a portare avanti la lettura. :(
 
Il bizzarro museo degli orrori. Clamoroso flop. Stavolta Rhodes ha deluso, ma proprio tanto. Non solo la storia è spezzettata, seguendo diversi filoni narrativi, ma è poco armonica.
 
La Settima Onda. Emmi e Leo e il loro amore virtuale! Io li adoro!! Ma proprio proprio tanto. <3
 
Cosa leggerai in seguito?
 
 
 
 
Eccola la domanda delle domande. Dopo Brizzi credo che leggerò L'accademia del bene e del male a cui davvero non posso più resistere e poi Diciannove minuti della Picoult, uno tra gli ultimi acquisti su Libraccio. ^_^

Recensione: "La settima onda" di Daniel Glattauer

È più forte di me, io amo, amo amo Emmi e Leo!
C'è bisogno di dire altro? Assolutamente sì! ;)

Emmi e Leo: per chi ancora non li conosce, sono i protagonisti di un amore virtuale appassionante, che ha vissuto ogni sorta di emozione, a parte quella dell'incontro vero. Sì, perché dopo quasi due anni, Leo ha deciso di tagliare definitivamente i ponti con Emmi e partire per Boston, per ricominciare una nuova vita. Emmi non si dà però per vinta, e riesce nell'impresa di riallacciare i rapporti con Leo. Mentre lei è ancora felicemente sposata con Bernhard, per Leo in nove mesi le cose sono cambiate, eccome: in America ha conosciuto Pamela e finalmente ha iniziato la storia d'amore che ha sempre sognato. Si sa, però, l'apparenza inganna. Ritornano le schermaglie via e-mail che hanno tenuto col fiato sospeso i lettori di "Le ho mai raccontato del vento del Nord", e anche stavolta promettono scintille.
 

lunedì 6 febbraio 2017

Recensione: "Il contratto" Elle Kennedy

Togliamoci subito il dente. Si, la trama di questo romanzo è tipica del genere rosa, assolutamente qualcosa di già sentito. Mano a mano che la vicenda si sviluppa ritroviamo problemi già visti, idee già ampiamente sfruttate. Dunque perché leggerlo?
Semplice, perché vi farà battere il cuore.

Hannah Wells è una studentessa modello. Una di quelle ragazze intelligenti che al college non godono di nessuna popolarità. Ora si è presa una bella cotta per il ragazzo più fico della scuola, ma c’è un problema: per lui Hannah non esiste. Come fare per farsi notare? Garrett Graham è un bad boy, ed è anche uno dei ragazzi più popolari della scuola, grazie alle sue imprese sul campo da hockey. Ma le speranze di un grande futuro rischiano di andare in fumo perché i suoi voti sono troppo bassi. Avrebbe bisogno di un aiuto per superare l’esame finale e poter diventare un giocatore professionista…E allora è naturale che i due stringano un patto. Hannah sarà la tutor di Garrett fino alla fine dell’anno. In cambio, Garrett fingerà di uscire con lei per accrescere la sua fama: a quel punto tutti la noteranno di sicuro. Ma qualcosa va storto e quel bacio in pubblico, tra Hannah e Garrett, non sembra poi così falso…

Le Ricette del Lunedì: Chiacchiere di Carnevale

Buon giorno e buon Lunedì cari lettori!!
Pronti ad iniziare una nuova settimana?
Dopo un lungo periodo di assenza provo a riprendere la rubrica settimanale culinaria che ultimamente ho trascurato un po' (mi cospargo il capo di cenere). E con quale ricetta riprendere se non con quella di un bel dolce perfetto di questo periodo?
Le chiacchiere, frappe o cenci, sono un dolce davvero sfizioso e, come le ciliegie, uno tira l'altro. Ecco qua la mia ricetta!!
 
INGREDIENTI
 
300 gr Farina 00
40 gr zucchero
2 uova
60 gr latte
30 gr burro fuso
2 cucchiai di liquore (Strega, Rhum, Grappa)
1 pizzico di sale
1 buccia di arancio grattugiata
 
Olio per friggere (io uso quello di girasole)
Zucchero a velo q.b.

sabato 4 febbraio 2017

Recensione: "Tra di noi nessun segreto" di Robin C.

Finalmente un erotico diverso dal solito, una storia intrigante e sensuale che non scade nella banalità dei soliti cliché.
 
 Mathias Crawford è un uomo spregiudicato, calcolatore e dal cuore di ghiaccio. Nasconde, però, una ferita che non si rimargina, un segreto inconfessabile, e l'unico modo per poter mettere a tacere la sua coscienza è non farsi toccare dai sentimenti, né da quelli che gli altri provano per lui, né da quelli che, involontariamente, possono nascere nel luogo più remoto del suo cuore. E così, quando l'incontro con la giovane e ingenua Scarlett farà nascere un'emozione imprevista nel suo petto, sarà pronto a controllarsi. Perché nulla vale la pena, eccetto i soldi. "Nessun legame. Nessun sentimento. Nessuna emozione. Non pensare. Non sentire", è così che Mathias va avanti, tra compromessi e umiliazioni, lussi e ambiguità, in un crescendo di perversioni e menzogne che non sembra avere fine. Ma Scarlett non ha paura della spirale di perdizione in cui è intrappolato Mathias, e l'attrazione per lui è qualcosa che non pensava avrebbe mai provato...

I love Shopping Books

Eccomi qua a confessare la mia compulsione allo shopping libroso.
Per quanto ogni volta mi riprometta di non comprare niente fino a che non avrò smaltito un po' di arretrati, io proprio non riesco a resistere!
Questo mese mi porto a casa un bottino particolarmente ricco che si aggiunge alla pila sempre crescente di libri che aspettano di essere letti (e devo dire che vedere la pila crescere mi dà tanta soddisfazione). Pronti?
 
Ebook
 
  
 
Cartacei
 
 
 

venerdì 3 febbraio 2017

Recap Gennaio

Questa volta sono solo moderatamente in ritardo con il recap del mese. Gennaio è passato in un soffio insieme a tante belle letture. Vi va di ripercorrerlo insieme?
 
 
Lonely souls ✴✴
Straziami ma di tofu saziami ✴✴
 
Fallen ✴✴✴
Torment ✴✴✴
Oggi siamo vivi ✴✴✴
I segreti di villa Aurelia ✴✴✴
Non buttiamoci giù✴✴✴
 
Come in un'isola ✴✴✴✴
Il contratto ✴✴✴✴
Tra di noi nessun segreto ✴✴✴✴
9  Novembre ✴✴✴✴
Mary Poppins ✴✴✴✴
 
Carve the mark ✴✴✴✴✴
 Moonlight shadow✴✴✴✴✴
Le ho mai raccontato del vento del nord ✴✴✴✴✴

 
Ed eccoci qua, alla fine di questa carrellata di libri. Se dovessi scegliere il mio preferito, sceglierei sicuramente Carve the Mark, un distopico carino e ben scritto di cui aspetto con ansia il seguito.😊
E voi, qual'è il vostro libro preferito?

Recensione: "Oggi siamo vivi" di Emmanuelle Pirotte

Ci sono libri che ti colpiscono al primo sguardo. Con Oggi siamo vivi è stato così. È bastato un istante a conquistarmi, la frase sulla fascetta (Una bambina ebrea e un soldato tedesco: un'amicizia più forte dell'odio) mi ha convinta definitivamente.
 
Dicembre 1944. I tedeschi stanno arrivando. Il prete di Stoumont, nelle Ardenne, ha un'unica preoccupazione: mettere in salvo Renée, un'orfana ebrea nascosta nella canonica. E, d'un tratto, il miracolo: una camionetta con due soldati americani si ferma davanti alla chiesa e lui, di slancio, affida a loro la piccola. Ma quei due soldati hanno solo le divise americane: infatti si chiamano Hans e Mathias e sono spie tedesche. Arrivati in una radura, Hans prende la pistola e spinge la bambina in avanti, in mezzo alla neve. Renée sa che sta per morire, ma non ha paura. Il suo sguardo va oltre Hans e si appunta su Mathias. È uno sguardo profondo, coraggioso. Lo sguardo di chi ha visto tutto e non teme più nulla. Mathias alza la pistola. E spara. Ma è Hans a morire nella neve, con un lampo d'incredulità negli occhi. Davanti a Mathias e Renée c'è solo la guerra, una guerra in cui ormai è impossibile per loro distinguere amici e nemici. E i due cammineranno insieme dentro quella guerra, verso una salvezza che sembra di giorno in giorno più inafferrabile. Incontreranno persone generose e feroci, amorevoli e crudeli. Ma, soprattutto, scopriranno che il loro legame - il legame tra un soldato del Reich e una bambina ebrea - è l'unica cosa che può dar loro la speranza di rimanere vivi...

mercoledì 1 febbraio 2017

Vincitore 1° Giveaway di compleanno

Buon pomeriggio e ben ritrovati a tutti!
Finalmente ci siamo. Dopo settimane di trepidante attesa è arrivato il momento di scoprire chi è il vincitore del primo Giveaway di compleanno del blog.
Wow! Non nascondo che sono emozionata. Ma prima di svelare il nome vorrei ringraziare tutti quelli che hanno partecipato. Mi spiace non potervi premiare tutti, ma purtroppo non sono Paperon dei paperoni!!


Dunque come annunciato, il vincitore è stato estratto tramite Random. org e il fortunato è....

Recensione: " 9 Novembre" di Colleen Hoover

Eccoci qua alle prese con la recensione del secondo libro letto per il gdl Gli Sniffa Inchiostro. Questo mese sono stata particolarmente felice della scelta perché adoro la Hoover.
 
Anche questo mese procedere per tappe è stato un puro atto di masochismo, ma al tempo stesso molto emozionante. Non so se è successo solo a me, ma per fermarmi sono quasi dovuta ricorrere all'autolesionismo tanta era la voglia di capire cosa sarebbe successo e tuttavia procedere così mi ha dato modo di riflettere bene su ciò che ho letto.
Ma andiamo con ordine.

È il 9 novembre quando, durante un pranzo con il padre, Fallon incontra Ben per la prima volta. È un giorno speciale per lei, non solo perché sta per trasferirsi da Los Angeles a New York, ma anche perché ricorre l’anniversario dell’evento che ha segnato per sempre la sua vita, il terribile incendio che le ha lasciato cicatrici su gran parte del corpo, impedendole di continuare la sua carriera da attrice. Contro ogni previsione, la conoscenza tra i due si trasforma subito in qualcosa di più, ma Fallon sta per partire e sembra esserci tempo solo per il rimpianto. Come per strappare al destino quell’inevitabile separazione, Ben le promette allora che scriverà un romanzo su di loro, proponendole di ritrovarsi il 9 novembre di ogni anno, fino a che non ne compiranno ventitré. È così che ogni 9 novembre i due protagonisti aggiungono un nuovo capitolo alla loro storia, finché qualcosa non arriva a sconvolgere le loro promesse e a mettere alla prova i loro sentimenti, tra i dubbi di Fallon e le mezze verità di Ben.

WWW: Wednesday 5 - 2017



Buongiorno Readers e ben ritrovati con la rubrica settimanale del WWW, in cui vengono riassunte le letture che mi hanno accompagnata negli ultimi sette giorni.
Devo dire che, come al solito, ho fatto tutto il contrario di ciò che avevo detto, ma che ci volete fare, ormai mi conoscete! :P
 
Cosa stai leggendo?


 
 
In corso d'opera ho Storia di una ladra di libri, che sto finendo con una fatica indescrivibile e Il bizzarro museo degli Orrori che ho iniziato appena ieri sera, quindi al momento ancora non posso sbilanciarmi.
 
Cosa hai appena finito di leggere?

 
 
Questa settimana ho letto Oggi siamo vivi, libro a tema Olocausto che mi ha intrigata per l'originalità della storia. I protagonisti infatti sono una spia tedesca e una bambina ebrea e l'incredibile, quanto sorprendente, amicizia che li lega.
Poi sono stata travolta dalla voglia di leggere qualcosa di meno impegnativo e romantico e mi sono lanciata su Il contratto e Tra di noi nessun segreto, due libri assolutamente interessanti.
 
Cosa leggerai in futuro?

 
 
A questo punto ogni previsione è vana, ma, se non impazzisco, spererei di iniziare L'accademia del bene e del male!
 
Piccola nota finale per ricordarvi che ieri si è concluso il primo Giveaway del blog. Per scoprire i vincitori non vi rimane che restare sintonizzati! ;)