lunedì 30 gennaio 2017

Recensione: "Le ho mai raccontato del vento del Nord" di Daniel Glattauer

Ve l'ho mai detto che amo alla follia i romanzi epistolari?
Quindi ammetto di essere un po' di parte nel recensire questo romanzo che si compone interamente di messaggi scambiati tra i due protagonisti.
 
Un'email all'indirizzo sbagliato e tra due perfetti sconosciuti scatta la scintilla. Come in una favola moderna, dopo aver superato l'impaccio iniziale, tra Emmi Rothner - 34 anni, sposa e madre irreprensibile dei due figli del marito - e Leo Leike - psicolinguista reduce dall'ennesimo fallimento sentimentale - si instaura un'amicizia giocosa, segnata dalla complicità e da stoccate di ironia reciproca, e destinata ben presto a evolvere in un sentimento ben più potente, che rischia di travolgere entrambi. Romanzo d'amore epistolare dell'era Internet, "Le ho mai raccontato del vento del Nord" descrive la nascita di un legame intenso, di una relazione che coppia non è, ma lo diventa virtualmente. Un rapporto di questo tipo potrà mai sopravvivere a un vero incontro?

sabato 28 gennaio 2017

Recensione: "Straziami ma di tofu saziami" di Paola Marone

Ammetto che stavolta ci sono rimasta davvero male. :(
Da questo libro mi aspettavo tante grasse risate. Pensando fosse sullo stesso genere di Ho sposato una vegana l'ho iniziato a cuor leggero. Non posso dire che il libro sia scritto male, ma per un romanzo umoristico non mi ha fatta ridere affatto.
 
Il colpo di fulmine ti percorre e ti abbaglia: all’inizio di una storia pensi che la vita ti riserverà solo rose e fiori, ma poi è un mazzo di broccoli quel che spesso ti resta in mano. E, in epoca vegan, questo è più vero che mai. Quando Francesco investe Alice con la bicicletta, lei anziché maledirlo ne resta folgorata: rustico ma non tamarro, longilineo ma non evanescente, scolpito ma non minaccioso. “Una di quelle creature aliene” fantastica senza sapere di essere vicina alla realtà “che potrebbero nutrirsi di lupini, alghe e segatura, e restare in forma perfetta.” E così, stregata, non coglie i segnali che le preannunciano un futuro di idealismi e rinunce, come il fatto che lui arrivi in ritardo al primo appuntamento perché ha dovuto salvare un piccione ferito. O che, per “sciogliersi”, non ordini uno Spritz ma un centrifugato di carote. Francesco è vegano e Alice abbandona salame e pasticcini per vestire i panni di qualcuno che non è. Convinta che, in amore come nella vita, non vinca il più forte ma chi sa adattarsi più velocemente. D’altra parte, lui sulla carta è l’uomo ideale: cucina bene, è ecologista e maestro di decrescita felice. Però, come sa bene chi l’ha provato, vivere con un supereroe implica un prezzo da pagare: essere vegani per Francesco vuol dire anche fare a meno dell’auto, dei detersivi, cucirsi i vestiti da sé... Ma di quanto si può alzare, ogni giorno, l’asticella? Quanto dobbiamo essere buoni per essere davvero buoni?

venerdì 27 gennaio 2017

Giornata della memoria: i libri per non dimenticare



Buongiorno Readers!
Oggi è un giorno particolare, ricorre infatti la giornata della memoria, un giorno per non dimenticare l'orrore della Shoah.
 
È importante non dimenticare per non ripetere gli stessi errori, per imparare dal passato e costruire un futuro dove le differenze etniche, politiche e religiose non siano più motivo di tanto orrore.
 
La mia generazione ha la fortuna di poter ancora ascoltare dalla voce di chi ha vissuto quelle atrocità la verità dei campi di concentramento, quella che molti oggi si ostinano a negare, ma piano piano le loro testimonianze svaniranno. Ciò che rimarrà saranno i libri e a loro sarà affidato il compito di raccontare le storie dei sopravvissuti, ma anche quelle di chi non ce l'ha fatta. Vorrei consigliarvene alcuni.
 

mercoledì 25 gennaio 2017

Recensione: "Carve The Mark - I Predestinati" di Veronica Roth

Due parole al volo prima di passare al libro.
Vorrei ringraziare la CE per avermi inviato questa ebook, non tanto per l'ebook in sé (che ovviamente fa piacere), ma soprattutto per la soddisfazione che mi ha dato vedere l'impegno di un anno ripagato. Quando ho aperto il blog ho scelto di non cercare collaborazioni, non perché ci sia qualcosa di male, ma perché, per quanto mi sarebbe piaciuto, temevo di non reggere l'impegno che avrebbe comportato. Per questo venire contatta da una CE è stata una grandissima soddisfazione personale e ringrazio tutti i lettori e i follower per avermi fatto crescere e averlo reso possibile!

 
Ora però veniamo a noi!
La prima cosa da dire di Carve The Mark è; ma quanto è bella la cover? Avete visto che nel cartaceo al sole sbrilluccica tutta? Ebbene si ho scritto sbrilluccica e lo ripeto. Me ne sono innamorata all'istante, prima ancora che il libro uscisse e vi sfido a fare il contrario!
Inoltre per una volta la quarta di copertina riassume in modo fedele la storia e giuro che non è cosa da poco. Si lo so, ho detto che non avrei più letto la quarta, ma qualche tempo fa ho fatto la segnalazione del libro e scrivere il post senza mettere la trama sarebbe stato un tantinello complicato.

In una galassia lontana, dove la vita degli uomini è dominata dalla violenza e dalla vendetta, ogni essere umano possiede un “donocorrente”, ovvero un potere unico e particolare, in grado di determinarne il futuro. Ma mentre la maggior parte degli uomini trae un vantaggio dal dono ricevuto in sorte, Akos e Cyra non possono farlo. Al contrario, i loro doni li hanno resi vulnerabili al controllo altrui.Cyra è la sorella del brutale tiranno Shotet Ryzek. Il suo donocorrente, ovvero la capacità di trasmettere dolore agli altri attraverso il semplice contatto fisico, viene utilizzato dal fratello per controllare il loro popolo e terrorizzare i nemici. Ma Cyra non è soltanto un’arma nelle mani di un tiranno. La verità è che la ragazza è molto più forte e in gamba di quanto Ryzek pensi. Akos appartiene al pacifico popolo dei Thuve, e la lealtà nei confronti della famiglia è assoluta. Quando lui e il fratello vengono catturati dai soldati Shotet di Ryzek, l’unico suo pensiero è di riuscire a liberarlo e a portarlo in salvo, costi quel che costi. Quando poi viene costretto a entrare a far parte del mondo di Cyra, l’ostilità tra i loro due popoli sembra diventare insormontabile, tanto da costringere i due ragazzi a una scelta drammatica e definitiva: aiutarsi a vicenda a sopravvivere o distruggersi l’un l’altro.

WWW: Wednesday 4 - 2017

 
 
Buon mercoledì a tutti!
Che progetti avete per questo mercoledì?
Be' io stasera vorrei andare a vedere Collateral Beauty, l'ultimo film con Will Smith. Sono settimane che lo aspetto e finalmente sono riuscita a trovare il tempo per andare al cinema (sempre se non ci sono imprevisti). Qualcuno l'ha visto?
 
Questa settimana ho fatto davvero tante letture interessanti, anche se alcune sono state davvero una delusione. Siete pronti a scoprirli insieme?
 
Cosa stai leggendo?
 
 
 
Ho sospeso la lettura della saga di Fallen. Purtroppo non ho il desiderio smanioso di continuare Passion, cosa che invece a questo punto mi sarei aspettata di sentire. Inoltre ieri ho iniziato Storia di una ladra di libri, ma ammetto che avendo già visto il film in parte il fascino della storia è compromesso. Comunque stile è interessante per cui sicuramente lo finirò velocemente.
 
Cosa hai appena finito di leggere?
 
 


Come dicevo prima, tante letture questa settimana. Primo tra tutti il secondo libro di Brunella Giovannini Tra i segreti di villa Aurelia, un bel libro sospeso tra realtà e finzione.
Uno tra i libri che più mi è piaciuto è Le ho mai raccontato del vento del Nord, un romanzo epistolare che ho adorato (anche se la fine mi ha fatto venire un magone che non vi dico).
Morivo  dalla voglia di leggere Crave the Mark e devo dire che sono rimasta molto soddisfatta. Se volete QUI trovate la recensione, ma vi anticipo che dopo aver sentito cose così diverse su Divergent non mi aspettavo una storia così accattivante.
Ma visto che le delusioni sono sempre dietro l'angolo, ieri sera ho concluso Straziami ma di tofu saziami, libro che avrebbe dovuto essere umoristico, ma che in realtà non mi ha fatto ridere affatto. Molto meglio il libro di Brizzi letto l'anno scorso che mi ha fatto piangere dal ridere.
E infine ho concluso 9 Novembre, il libro per il gdl Gli Sniffa Inchiostro. Che posso dire? La Hoover è sempre la Hoover.
 
Cosa leggerai in seguito?
 
 
 
Al momento non ho idee, ma credo che potrei buttarmi su un libro come Il bizzarro museo degli orrori di Dan Rhodes. Adoro i suoi libri, anche se sono grandicella rispetto al pubblico a cui si rivolge, ma che ci volete fare i sono giovane dentro! XD
 
Ecco qua le mie letture. La mia preferita in assoluto è Le ho mai raccontato del vento del Nord che batte la Hoover perché la seconda parte del libro ha un po' raffreddato il mio entusiasmo (per la recensione completa però dovrete aspettare fine mese :P )

lunedì 23 gennaio 2017

Recensione: "Tra i segreti di Villa Aurelia" di Brunella Giovannini

Inizio la recensione ringraziando Brunella Giovannini per avermi omaggiata di una copia del suo nuovo romanzo. Sono contenta di aver avuto la possibilità di leggere questo libro in cui ho ritrovato lo stile piacevole che già mi aveva colpita in Un volo di farfalle.
 
Tra le crepe di Villa Aurelia, aperte dal sisma emiliano nel 2012, si annidano segreti sepolti indisturbati da quattro secoli. Diana, che ha trovato dei documenti nel doppio fondo di un baule, scopre di essere direttamente legata a quei segreti e che le avversità che negli anni hanno funestato lei e la sua famiglia, forse sono imputabili a un maleficio che si trascina nel tempo. Dopo un attentato in cui perde la vita anche il marito e in seguito a minacce, viene costretta a trasferirsi insieme ai suoi figli, in un luogo dell'Alto Adige, sotto protezione. Il dolore e la lontananza forzata dai propri cari, mettono a dura prova il suo temperamento ma l'affetto ricevuto da due anziani vicini di casa, riesce a mitigare le difficoltà quotidiane. Solo nel momento in cui potrà tornare nel paese natio, scoprirà che anche il luogo tra i monti dove ha vissuto negli ultimi anni, è strettamente legato al passato... .

giovedì 19 gennaio 2017

Recensione: "Come un'isola" di Monika M.

Se aprendo questo libro vi aspettate di trovare il solito erotico, allora rinunciate, perché Come un'isola è un libro decisamente diverso, ma non per questo meno intenso o emozionante.
 
Come un’isola è forse scritto unicamente per noi donne , noi donne che ci amiamo così tanto da saper amare in modo unico, senza però tradirci mai . E’ una storia d’amore non convenzionale, complessa, forse malata, tenace , che rivela la fragilità e la forza stessa della protagonista. E’ un invito a darci una possibilità anche quando tutti i segnali indicano pericolo, vivere un amore sapendo che si verrà feriti non per ingenuità ma per coraggio, vincendo la paura del dolore che sappiamo arriverà ma che sarà nulla confrontato ad una assenza di rimpianto. E’ consapevolezza di sé, è controllo, è scelta . Lucrezia , la protagonista, allineerà la sua vita a quella di Victor convinta di poter, come sempre nella sua vita, controllare tutto . Nulla sarà più diverso da ciò che lei aveva pianificato fino a conoscere la travolgente ribellione, fiera del suo orgoglio ingaggerà una guerra con il suo stesso cuore per non concedersi ad un amore non corrisposto . Si tufferà volontariamente in due occhi crudeli e belli sapendo che vi troverà la morte per annegamento, consapevole che quel che dopo l'aspetterà non sarà più vita , ma sopravvivenza scandita da una inguaribile mancanza, dettata però dalla libertà della scelta fatta .

mercoledì 18 gennaio 2017

WWW: Wednesday # 3 - 2017

 
 
Buongiorno Readers e buon mercoledì!
Come è iniziata la vostra settimana?
Io ho passato gli ultimi tre giorni a pulire casa da cima a fondo dopo che i muratori hanno fatto dei buchi nel  muro alzando un polverone che nemmeno nel Sahara. >__<
Ho strofinato e lucidato tanto da far sembrare Cenerentola una scansafatiche (e senza l'aiuto di topini o uccellini vari)! Ora mi aspetto che arrivi il Principe Azzurro con qualche amico ben piazzato per aiutarmi a spostare i mobili! XDXD Se vabbè...
 
Ma passiamo a noi e alle letture che mi hanno fatto compagnia in questi giorni.

Cosa stai leggendo?

Ieri ho iniziato Passion, terzo volume della serie Fallen che per ora mi sta prendendo meno di quanto mi sarei aspettata. Il ritmo della narrazione è abbastanza lento, anche se lo stile della Kate mi piace.

Cosa hai appena finito di leggere?


Questa settimana mi sono dedicata a due libricini soli: Torment che non mi ha convinta come speravo e Moonlight Shadow che invece ho adorato. La Yoshimoto è sempre una sicurezza e se volete QUI potete trovare una mini recensione!

Cosa leggerai dopo?
 
 
 
In programma ho 9 November della Hoover per il GdL Gli Sniffa Inchiostro per il resto non so se finirò la serie di Fallen. Chissà?

Voi cosa state leggendo? Qual è il libro che vi ha colpito di più?

Release Blitz: "Razov" di Giovanna Roma

Buongiorno e benritrovati!
Oggi partecipo al release blitz del nuovo romanzo di Giovanna Roma, Razov! Pronti a scoprire di cosa si tratta?


 
TITOLO: Razov
SERIE: Deceptive Hunters #2
AUTRICE: Giovanna Roma
Self-pubblishing
GENERE: Dark romance
DATA PUBBLICAZIONE: 17 gennaio 2017
FORMATO: e-book
PAGINE: 200
 
PREZZO: Special price € 1,99 dal 17 al 24 gennaio (in seguito il prezzo sarà di € 2,99)
 
 
 
 
 

martedì 17 gennaio 2017

Recensione: "Moonlight Shadow" di Banana Yoshimoto

Recensione breve per un libro breve; l'ho adorato!! Che dite meglio spenderci qualche parola in più?
Questo libro l'ho adorato veramente tanto! ^_^
 
C'è un giorno, un giorno soltanto, in cui in condizioni particolari è possibile rivedere i propri cari defunti. Dicono che qualcuno è pure in grado di sentirli e parlar loro. Che sia possibile per Satsuki, che non riesce in alcun modo a scordare il ragazzo perduto, e Hiiragi, che per ricordare Yumiko ne indossa tutti i giorni la divisa alla marinara? La misteriosa Urara, che intuisce i numeri di telefono delle persone al primo sguardo, ne sembra convinta.
 
Ho scoperto la Yoshimoto lo scorso anno grazie alla Challenge e devo dire che mi sono innamorata del suo stile delicato, a metà tra fiaba e racconto.
Moonlight Shadow parla del dolore della perdita, ma lo fa in modo soave grazie ad un linguaggio che sfiora la poesia. A metà tra il reale e il sovrannaturale, questo racconto breve descrive alla perfezione il dolore e la solitudine dei personaggi e trasmette con altrettanta efficacia le emozioni al lettore.
In solo 38 pagine la Yoshimoto sa toccare il cuore di chiunque abbia mai perso una persona cara. Assolutamente da provare!!

Sia io che Hiragi in quei due mesi avevamo acquistato un'espressione che nessuno dei due aveva prima. L'espressione di chi combatte con se stesso per non pensare alle persone perdute. Un'espressione che inconsapevolmente assumi quando brancoli nell'oscurità e a ogni ricordo la solitudine ti assale.

 *****
5/5

 
 
Titolo: Moonlight Shadow
Autore: Banana Yoshimoto
Editore: Feltrinelli
Pagine: 38
Prezzo: € 0,99

lunedì 16 gennaio 2017

And The Winners are...

Buon Lunedì a tutti!
Eccoci finalmente all'estrazione dei vincitori scelti tra i lettori fissi e tra quelli più attivi. Siete pronti?
Ma prima di tutto sveliamo il premio misterioso. I due sorteggiati avranno in premio una giftcard Feltrinelli da € 15,00. Che ve ne pare?


Ma bando alla ciance veniamo ai nominativi.


Il vincitore sorteggiato con Random.org tra i lettori fissi iscritti prima dell'inizio del Giveaway di compleanno è Gioia Twin.
Mentre per individuare il lettore più attivo ho preso ispirazione da Babbo Natale, ho fatto una lista e l'ho controllata due volte ^_^ e la persona che è stata più attiva sul blog nel primo anno è.... Ariel Scrittrice.
Be' ragazze congratulazioni!!!



Cercherò di contattare entrambe al più presto, ma in caso non riesca a raggiungerle o non mi rispondano entro un paio di giorni, passerò ai nominativi successivi!!



Per adesso è tutto, ma non scordate che ci sono ancora 14 giorni per partecipare al Giveaway! ^___^

venerdì 13 gennaio 2017

Recensione: "Lonely Souls" di Andrea Romanato

Mamma che settimana! Per essere una che non si ammala spesso, direi che in questi giorni sono stata sufficientemente male. Se ora riuscissi a far sparire anche il mal di denti (perché poi quando mi ammalo non mi faccio mancare niente) sarei apposto!
 
Causa malattia, in questa settimana ho latitato abbastanza per cui vorrei recuperare con la recensione del primo esordiente di quest'anno, che ringrazio fin d'ora per l'invio del libro.
Lonely Souls si è rivelato una lettura molto particolare, con pregi e difetti che tocca un mondo che da sempre mi affascina da morire, quello della stregoneria.
 
Il protagonista è un ragazzo newyorchese, Erik Crane, che si ritrova mezzo morto dopo aver subito un'aggressione da parte di alcuni individui nel tentativo di salvare una ragazza. Quest'ultima gli sussurra delle parole incomprensibili e lui sviene. Quando si risveglia si rende conto di essere nel corpo di una ragazza di nome Evaline e che si trova a New Orleans.
Un anno dopo, tornando a casa da lavoro, aiuta un'altra ragazza da un aggressore maniaco armato di machete. Quell'incontro e quella ragazza segneranno per sempre la vita di Erik, trascinato sempre di più nel mondo segreto delle streghe e delle loro sanguinose leggi.

giovedì 12 gennaio 2017

Recensione: "Non buttiamoci giù" di Nick Hornby

La prima volta che ho sentito parlare di Non buttiamoci giù è stato quando, qualche anno fa, ho visto il trailer del film con Pierce Brosnam. Già allora l'idea mi aveva incuriosita tanto, anche se poi a vedere il film non ci sono andata (non ho la più pallida del motivo).
Be' il libro è uno spettacolo. Mi rendo conto che probabilmente avrei potuto/dovuto scegliere espressioni più forbite, ma cavolo! Il libro è uno spettacolo.
 
La notte di Capodanno, in cima a un palazzo di Londra, si incontrano per caso quattro sconosciuti. Non hanno nulla in comune, tranne l'intenzione di buttarsi giù, ognuno per i suoi buoni motivi. Martin è - o meglio, era - un famoso conduttore televisivo, che si è giocato carriera, famiglia e reputazione andando a letto con una quindicenne. Farla finita, per lui, è una scelta logica e razionale. I suoi metodici preparativi vengono interrotti dall'arrivo di Maureen, una donna che ha dedicato la sua vita a un figlio gravemente disabile, e che ha deciso di farla finita. La terza a salire sul tetto è Jess, un'adolescente sboccata e straordinariamente molesta. Vuole buttarsi perchè il ragazzo di cui è innamorata non vuole più saperne di lei. L'ultimo è l'americano JJ, un musicista fallito che vive per il rock e la sua ragazza. Ma la sua band si è sciolta, e lei lo ha piantato. Dopo una discussione accesa e stralunata, cui non manca un tocco di efficacissimo humor noir, i quattro aspiranti suicidi finiscono per scendere dal tetto, ma per le scale, e imprevedibilmente tutti insieme, uniti da un'intima complicità impensabile fino a qualche ora prima. Poichè nello scenario incerto che ora si apre loro, il compito non facile di ricominciare a vivere dovrà essere affrontato, inevitabilmente, all'interno di un'improvvisata ed eterogenea comunità.

mercoledì 11 gennaio 2017

WWW: Wednesday # 2 - 2017


Buongiorno Readers!
Lo so, questa settimana non sono molto attiva, ma giuro che ci sono cause di forza maggiore. Da domenica in ordine ho avuto: emicrania, febbre alta, otite, tonsillite e ora mi fa male il dente del giudizio! Quando si dice che non ci si fa mancare mai niente!!!
Dopo l'ultima sfebbrata di stanotte, spererei di averla scampata. Certo, ora sono afona ma questi sono dettagli, no?
Ma veniamo a noi e alle letture di questa settimana. ^_^
 
Cosa stai leggendo?
 
 
 
Ho iniziato la saga di Fallen e adesso sto leggendo il secondo capitolo, Torment. Che dire, il primo libro è molto introduttivo, ma trovo lo stile della Kate molto bello.
 
Cosa hai appena finito di leggere?
 
 
 
Ho letto Come un'isola, libro inviatomi dall'autrice e che si è rivelato una lettura davvero particolare e inaspettata.
E, come già detto, ho letto Fallen (di cui adoro alla follia la cover)!
 
Cosa leggerai in seguito?
 
 
 
Credo che finito Torment (o anche prima di finirlo) passerò a Moonlight Shadow di B. Yoshimoto, un'autrice che ho scoperto ed imparato ad amare solo di recente.
 
E voi? Quali sono le letture che vi hanno fatto compagnia questa settimana?

sabato 7 gennaio 2017

1° Blog Compleanno: festeggiamo insieme!!!




Eccoci, ci siamo. Non posso credere che sia arrivato, ma oggi festeggiamo il primo compleanno di Un libro nel cassetto. Non so veramente cosa dire o come esprimere tutto quello che sento.
Questo primo anno insieme è stato entusiasmante, ricco di emozioni e scoperte. Grazie al blog ho conosciuto tante persone stupende, con cui ho avuto modo di parlare di libri e non solo.
Non voglio sembrare troppo melensa, ma mi piacerebbe ringraziare tutti quelli che hanno contribuito a rendere speciale questo primo anno: gli 85 lettori fissi, i miei 120 followe su Google+, e le  154 persone che hanno cliccato mi piace sulla pagina facebook, ma anche chi è inciampato nel blog per caso o è venuto a trovarmi solo una volta.
E mi rendo conto che forse non possono sembrare cifre da far girare la testa, ma vi assicuro che per me sono enormi e mi riempiono di orgoglio e soddisfazione. Quando ho iniziato non avevo pretese, non mi aspettavo niente per cui sono felice per i 272 post scritti, per le 33.621 visite, per i 1.399 commenti. Grazie a tutti, di cuore!

Ma bando alle sdolcinatezze veniamo ai festeggiamenti.  
Ho pensato molto a come festeggiare questo primo traguardo e, se devo essere sincera, sono stata molto indecisa. Mi è sempre piaciuta l'idea di un giveaway, perché adoro regalare libri, però allo stesso tempo sono molti i blogger che ho sentito lamentarsi per le iscrizioni ottenute con questo concorso, che spesso durano solo il tempo di ricevere il premio.
Per cui alla fine ho deciso di fare qualcosa di diverso e vedere come va. Quest'anno farò non uno ma due giveaway: uno aperto a tutti e l'altro riservato ai lettori fissi, quelli che si sono iscritti prima della pubblicazione di questo post.
Forse è un po' strano ma a me sembra giusto così. Inoltre vorrei anche ringraziare chi è stato attivo sul blog in questo anno assegnando un premio speciale alla persona/e che è/sono stata/e più presente/i.

venerdì 6 gennaio 2017

Recensione: "Mary Poppins" di P.L. Travers

Quale modo migliore di iniziare l'anno se non con la tata più famosa del mondo?
Io adoro Mary Poppins fin da quando era bambina  e devo dire che ormai è tradizione, nel periodo delle feste, raggomitolarmi sul divano a guardare il film della Disney canticchiando


con un poco di zucchero e la pillola va giù

la pillola va giù

la pillola va giù

Basta un poco di zucchero e la pillola va giù

tutto brillerà di più!!

Vero o no che l'avete cantata anche voi? ^_^
 
Tornando a noi, sono inciampata in questo libro per caso e non potevo assolutamente lasciarmelo scappare!
 

Non c'è bambino che, vedendo il film di Walt Disney del 1964, non abbia desiderato conoscere Mary Poppins, salire le scale scivolando sul corrimano, come lei; aprire un ombrellino e prendere il volo; pescare dalla sua grande borsa che contiene di tutto, persino una poltroncina. Mary Poppins compare un giorno portata dal vento in Viale dei Ciliegi 17, davanti alla casa più piccola della strada, e cambierà per sempre la vita dei bambini Banks.

mercoledì 4 gennaio 2017

WWW: Wednesday # 1 - 2017

 
 
Buon Mercoledì e ben ritrovati con il primo WWW del 2017.
Come è iniziato il vostro anno libroso? Io mi sono buttata a capofitto in due letture molto diverse, ma decisamente sorprendenti e piacevoli. Volete sapere quali? Be' non vi resta che continuare a leggere!! ^_^
 
Quale libro stai leggendo?
 
 
 
In questo momento sono alle prese con Lonely Soul, libro sul mondo della stregoneria, un tema sempre pieno di fascino.
 

lunedì 2 gennaio 2017

Recensione: "Appuntamento sotto l'albero" di Carole Matthews

Anche questo libro l'ho preso con l'ultima offerta Newton e, purtroppo, di nuovo non posso dirmi totalmente soddisfatta. Cercavo un libro pieno di spirito natalizio e di certo qui abbonda tra luci, addobbi, alberi, pacchetti e dolci di ogni tipo, e sarebbe stato tutto perfetto se non fosse stato per la protagonista.
 
Cassie Smith è senza lavoro da un po’ di tempo, eppure ha in mente un’idea. Attingendo al suo amore per il Natale, inizia a darsi da fare per confezionare pacchetti regalo, scrivere biglietti d’auguri, addobbare gli alberi. Presto cominciano a fioccare nuove richieste e nasce Calling Mrs Christmas, la nuova attività di Cassie. Tutto sembra andare per il meglio, fino a quando Carter Randall, un affascinante milionario, non la arruola, chiedendole di rendere il Natale speciale per i suoi due bambini. Cassie si ritrova quindi impegnata a trecentosessanta gradi a soddisfare le sfarzose pretese di Carter: alberi di Natale giganteschi, una villa enorme da addobbare, un party natalizio da organizzare… Per fortuna, ci sono Jim, il suo amorevole fidanzato, e Gaby, sua sorella, che le danno una mano a cavarsela anche con gli altri clienti! Tuttavia, quando Carter le propone di unirsi alla sua famiglia per un viaggio in Lapponia, Cassie si ritrova davanti a una scelta drastica, che potrebbe cambiare la sua vita...

domenica 1 gennaio 2017

Top e Flop del 2016

Buon pomeriggio a tutti!
Vi siete ripresi dai festeggiamenti? Io sono ancora un po' sfasata, ma soprattutto sono talmente piena che potrei scoppiare ( non è escluso che succeda).
 
Per ricapitolare le letture dello scorso anno ho pensato di fare una classifica con le migliori/peggiori letture del 2016!
 
Ecco qua la mia classifica dei top e flop del 2016
 
 
BEST COVER
 
 
 
La cover che più ho amato tra i libri che ho letto è senza ombra di dubbio LA MECCANICA DEL CUORE. Il disegno in copertina è molto dolce e mi ricorda i film di Tim Burton. Adorabile!

MIGLIOR RACCONTO AUTOBIOGRAFICO
 
 
 
LA RAGAZZA DEL BUIO Questo forse è stato il libro più toccante che ho letto quest'anno, il racconto emozionante di una donna e della sua malattia, un'allergia alla luce che, da un giorno all'altro, le ha sconvolto la vita.

Buon Anno!!!!!




Auguroniii!!!!!!!!!
Avete iniziato bene questo 2017?
Io ho passato la serata con la mia famiglia tra chiacchiere e giochi. Ovviamente ho cucinato come una matta e mangiato quasi fino a scoppiare, ma tanto per riprendere la dieta c'è sempre domani, no?! ^_^
Voi cosa avete fatto? Dove avete passato la mezzanotte?

Stamattina mi sono svegliata con una domanda in testa, che voglio fare anche a voi, con quale libro inizierete il 2017? Hmmm... io ancora non ho deciso, ma la scelta è vasta! ^_^


 
Ancora tanti auguri a tutti per un 2017 pieno di felicità e tante buone letture!!!