venerdì 30 settembre 2016

Recensione: Awakening series di Josephine Angelini

Quando una  trilogia o serie mi piace divento impaziente e vengo presa dalla smania di sapere come andrà a finire. Per questo non mi piace leggere saghe che non sono finite, rischio che la curiosità mi faccia venire l'ulcera.
Il problema è che poi scrivere le recensioni non è semplici. Come in questo caso. Per me la Awakening series è una storia unica, ma essendo ricca di eventi adesso sviscerarla non è semplice. Ho la testa piena di cose da dire, ma se attacco a raccontarvi la trama potrei scrivere un poema.
Per cui se divento noiosa o prolissa, perdonatemi. Questa serie mi è piaciuta tanto e tendo a farmi trasportare dall'entusiasmo nel raccontarla! :)
Da dove iniziare?
Be' se avvicinandovi alla serie della Angelini vi viene in mente la cara piccola Pollon vi dico subito che stata sbagliando. Gli dèi di questa storia sono prepotenti e vendicativi, ma soprattutto aspettano solo di tornare liberi dalla prigione che li trattiene dalla fine della guerra di Troia.
 
La prima cosa che mi ha spinta ad acquistare questa trilogia è il background. I miti dell'antica Grecia sono dotati di un fascino a cui non so resistere, per cui approfittando del prezzo stracciato mi sono portata a casa i volumi di Starcrossed, Dreamless e Goddess (che detto per inciso hanno delle cover favolose).
 
La protagonista Helen si presenta subito come una ragazza di bell'aspetto che si sforza in tutti i modi si sembrare normale. Infatti anche se non ne capisce il motivo, Helen è dotata di alcune caratteristiche che la distinguono dai normali esseri umani.  A questo aspetto però si accompagna da sempre un malessere che la aggredisce ogni volta che suo malgrado attira l'attenzione.
Quando sull'isola arriva la famiglia Delos tutto cambia. Nonostante le persone sembrino affascinate dagli aitanti nuovi arrivati, Helen sente crescere una repulsione profonda che sfocia in un odio feroce, tanto che la prima volta che incrocia Lucas Delos gli salta al collo (non per i motivi che pensate) con l'intento di fargli la pelle. Anche lui sembra spinto dalla stessa furia visto che entrambi vengono fomentati dalle grida di tre "simpatiche" donnine che solo lei e la famiglia Delos sembrano vedere.
A differenza però dei nuovi arrivati, Helen ignora che c'è una ragione per questo suo strano comportamento e mano a mano che la storia va avanti scoprirà delle cose di sé e del suo passato che la aiuteranno a fare chiarezza.

mercoledì 28 settembre 2016

Recensione: "Indelebile" di Julia B. Williams

Ultimamente ho attraversato un periodo strano come lettrice.
Sarà stato il cambio di stagione o il rientro dalle ferie ma ho passato delle settimane in cui facevo veramente fatica a farmi prendere dalla lettura, indipendentemente dal libro che avevo in mano. Per questo ho voluto aspettare un po' prima di iniziare Indelebile; non volevo forzarmi. Poi settimana scorsa stavo sfogliando la libreria del mio eReader, me lo sono ritrovata sotto gli occhi ed è scattato qualcosa.

Minerva è una ragazza davvero singolare: vive a Genova da poco più di un anno, si mantiene lavorando come tatuatrice, si nutre di esperienze adrenaliniche e rifugge ogni tipo di coinvolgimento emotivo, godendosi il solo piacere fisico. Lara, sua migliore amica e coinquilina, teme che l’isolamento forzato la trasformi nell’ombra di se stessa perciò le propone di tornare a Panarea, l’isola della sua infanzia, l’isola in cui è stata felice. È la seconda estate che Alessandro trascorre a Panarea: il divertimento non manca, le ragazze fanno la fila elemosinando le sue attenzioni e il gruppo di amici con il quale trascorre la maggior parte del tempo è perfetto, o quasi. Che cosa potrebbe volere di più? Tutto cambia quando i loro destini si scontrano. Minerva è sconvolta dall’attrazione che sente nascere nei confronti di uno sconosciuto, e Alessandro è stranamente affascinato da una delle ragazze più ostili e indomabili che abbia mai incontrato. Ma che cosa nasconderà? Non si può fuggire per sempre, soprattutto su un’isola così piccola. Un racconto in cui passione e sentimento si rincorrono senza sosta. Un romanzo che insegna a credere nelle seconde occasioni e a sperare nel futuro. Una storia indelebile.

WWW: Wednesday # 28

 
 
Salve a tutti e buon mercoledì!
So che lunedì ho saltato la rubrica di cucina, ma questa settimana è iniziata in modo un po' concitato, ma non so come sono riuscita a gestire tutti gli impegni senza diventare matta (evvai!). Ora che ho sistemato tutto posso tornare ad occuparmi del mio amatissimo blog e delle recensioni lasciate in sospeso. Prima però diamo spazio al WWW di questa settimana!
 
Cosa stai leggendo?
 
 
 
La lettera. È da un po' che ho comprato questo libro e finalmente mi sono decisa ad aprirlo. Già la trama mi ha conquistata e, anche se l'ho iniziato solo ieri, confesso che per il momento si sta rivelando all'altezza delle aspettative.
 
Cosa hai appena finito di leggere?
 
 
In pratica questa settimana ho letto buona parte dei libri comprati nell'ultima razzia in libreria. XD
Prima di tutto ho concluso la Awakening series (Starcrossed, Dreamless, Goddess). Devo dire che il primo libro mi è piaciuto di più degli ultimi, soprattutto nella parte del triangolo amoroso che sta poco in piedi. La storia però è molto carina e ve ne parlerò in modo più approfondito nella recensione che posterò in questi giorni.
Anche per Antiche voci da Salem più o meno vale lo stesso. Mi aspettavo qualcosa di diverso da questo libro. Diciamo che la parte di trama dedicata al mistero che si intreccia alla caccia alle streghe è molto bella, mentre la parte romance mi ha convinta un po' meno.
 
Cosa leggerai?
 
Sono sempre molto indecisa su cosa leggerò. Ad aspettarmi ci sono due libri belli e molto diversi; da una parte c'è un classico che mi intriga da sempre, Tess dei d'Uberville, e dall'altra i due racconti H/H di Banana Yoshimoto.  Voi li avete letti?
Non so da quale iniziare, credo che alla fine farò come sempre e deciderò sul momento! :)
 
Come sempre aspetto di scoprire le vostre risposte e le vostre letture della settimana! :*

sabato 24 settembre 2016

Dracula: Capitolo 3

Eccomi qua! Credevate di esservi liberati di me? Ebbene no! Sono ancora qui e sono tornata con la rubrica sul conte più famoso della letteratura.
Avrei voluto postare prima questo terzo capitolo, ma ovviamente ne ho combinata una delle mie. Avevo appena finito di revisionare il post quando, e vi giuro non so come, l'ho cancellato e visto che sono proprio sfigata insieme ho cancellato anche il cap pronto di Rileggiamole Insieme. Volevo suicidarmi!
Quindi ho dovuto riascoltare il capitolo in questione e riscrivere tutto da capo (e lo stesso vale per l'altra rubrica). Io davvero non ho parole! Però alla fine ecco qui il terzo capitolo di Dracula, raccontato come sempre a modo mio! ;)
 
CAPITOLO 3
 
È l'8 Maggio e finalmente Jonathan Harker si rende conto che al castello c'è qualcosa che non va, tanto da fargli rimpiangere la decisione di essere giunto fin lì.
 
 Alleluia! Era pure ora direi! Che poi c'era bisogno di pensarci tanto per realizzare l'ovvio? Voglio dire un castello abbarbicato su un precipizio nel mezzo del nulla cosmico in una delle zone più selvagge e lontane dell'Europa ti sembra un luogo invitante da andare a visitare?
E, in un sempre più strabiliante guizzo di intelligenza, Jonathan si rende conto che forse (se vabbè forse) lui è l'unica creature vivente nel castello.
Ok. Ci siamo. Ha capito di essere nella m...a fino al collo e tu pensi "Ora assisteremo ad una fuga così rocambolesca da far crepare di invidia perfino McGwyver". E invece no! Jonathan preferisce dormici su, che poi me lo deve spiegare come cavolo fa a prender sonno!

giovedì 22 settembre 2016

Recensione: "October List" di Jeffrey Deaver

M-E-R-A-V-I-G-L-I-O-S-O!
Finalmente un libro che mi ha intrigata e confusa! La cosa più bella è che mentre leggevo pensavo "Oh Dio che storia banale" poi sono arrivata alla fine e sono rimasta talmente shockata da non riuscire a parlare! Non ci avevo davvero capito niente (in senso buono però)!
 
Chiusa in una stanza, Gabriela aspetta da ore notizie della sua bambina. Finalmente, la porta di casa si apre. Ma non è la polizia, non è l'FBI: è l'uomo che ha sequestrato Sarah. E stringe in pugno una pistola... Comincia così, dalla fine, il thriller di Jeffery Deaver, che racconta a ritroso l'incubo in cui è precipitata improvvisamente la vita di Gabriela. Sua figlia Sarah di sei anni è stata rapita. E a lei hanno dato un ultimatum: se vuole rivederla viva, deve versare un riscatto di mezzo milione di dollari e recuperare un documento scottante, su cui molti vorrebbero mettere le mani, la October List. Il tutto nel giro di trenta ore. In un susseguirsi serrato di colpi di scena per le strade di Manhattan, Deaver intesse una storia adrenalinica che si dipana al contrario da una domenica sera al venerdì mattina, costruendo un inganno che si svela solo all'ultima pagina, ovvero al momento dell'imprevedibile inizio.

I love shopping books # 7



So che avevo detto che avrei limitato lo shopping libroso fino a che non avessi smaltito un po' di letture, ma come facevo a resistere?
E poi, a mia discolpa, devo dire che avevo un buono sconto del 15% da Giunti da spendere entro Settembre e sarebbe stato un peccato mortale non sfruttarlo, no?!
Anzi a dirla tutta mi sono anche limitata!


Visto che adoro le storie sulle streghe il primo libro non poteva non essere Le voci di Salem, in più questa edizione contiene la mappa e due lettere (ed io adoro i libri con dei gadget)!
The Awakening series, che sto leggendo in questo momento, si sta rivelando davvero avvincendo, un bel mix di avventura, mitologia e guai amorosi!
Poi mi è stato consigliato un noir avvincentissimo che inizia dall'ultimo capitolo e risale a ritroso fino all'inizio, October List (semplicemente favoloso)! E, anche se ho provato a resistere, non sono proprio riuscita a lasciare in libreria il primo volume di Miss Peregrine (edizione splendida che però costa un occhio della testa)!
In più è da un po' che volevo leggere The Room. Anche se non ho visto il fim, me ne hanno parlato benissimo e alla fine ho ceduto.
E per non farmi mancare niente Domenica mi sono portata a casa anche un bel classico che muoio dalla voglia di leggere, Tess dei d'Uberville. Per un po' direi che sono a posto (lo so che lo dico ogni volta)!
 
La metà di questi libri li ho già letti (con grande soddisfazione aggiungerei) e non vedo l'ora di finirli tutti per potermi dedicare a nuovi acquisti!!! Sono un caso patologico ormai lo sapete!!!! ;)

mercoledì 21 settembre 2016

Recensione: "Per dieci minuti" di Chiara Gamberale

READING CHALLENGE
N° 30 - Un libro con un numero nel titolo
 
Ho trovato questo libro particolare sia nella forma che nel contenuto e ci ho messo un po' a farmi coinvolgere dalla trama, ma alla fine sono davvero contenta di averlo letto.
 
Dieci minuti. Dieci minuti al giorno. Tutti i giorni. Per un mese. Dieci minuti per te. Per fare una cosa nuova, che non avevi mai fatto prima. Dieci minuti, dopo che la tua vita è andata in pezzi e tutto quello che avevi non esiste più. Dieci minuti per non cedere alla tentazione di contemplare lo sfacelo, anziché guardare avanti.

WWW: Wednesday # 27



Non ce l'ho fatta! Non ci sono proprio riuscita, però giuro che ci ho provato! Solo che guardando la copertina di Madame Bovary non ce l'ho proprio fatta ad aprire il libro. :( Ma giuro che prima o poi lo leggerò (credo più poi che prima però)!
In compenso sto riprendendo il mio ritmo di letture e quelle di questa settimana sono state particolarmente soddisfacenti!

Cosa stai leggendo?



Ho iniziato ieri Starcrossed e devo dire che mi sta piacendo un sacco! Adoro la mitologia greca e praticamente quando ho saputo che la storia si basa su miti e dei greci non ho potuto resistere. In più le cover sono incredibili!!

lunedì 19 settembre 2016

Recensione: "Il figlio del cimitero" di Niel Gaiman

È inutile, io proprio non ce la faccio a leggere in spiaggia! Quest'anno mi sono portata il libro di Gaiman, scegliendo di proposito una lettura semplice, eppure in quattro giorni avrò letto a mala pena 20 pagine quando poi, una volta tornata a casa, l'ho finito in un pomeriggio! Ma succede solo a me?
 
Ogni mattino Bod fa colazione con le buone cose che prepara la signora Owens. Poi va a scuola e ascolta le lezioni del maestro Silas. E il pomeriggio passa il tempo con Liza, sua compagna di giochi. Bod sarebbe un bambino normale. Se non fosse che Liza è una strega sepolta in un terreno sconsacrato. Silas è un fantasma. E la signora Owens è morta duecento anni fa. Bod era ancora in fasce quando è scampato all'omicidio della sua famiglia gattonando fino al cimitero sulla collina, dove i morti l'hanno accolto e adottato per proteggerlo dai suoi assassini. Da allora è Nobody, il bambino che vive tra le tombe, e grazie a un dono della Morte sa comunicare con i defunti. Dietro le porte del cimitero nessuno può fargli del male. Ma Bod è un vivo, e forte è il richiamo del mondo oltre il cancello. Un mondo in cui conoscerà l'amicizia dei suoi simili, ma anche l'impazienza di un coltello che lo aspetta da undici lunghissimi anni...

Le ricette del Lunedì: Torta salata con fagiolini e patate

Buon inizio settimana carissimi Readers!
Ultimamente sono letteralmente sepolta dai fagiolini del mio orto. Dopo averci pienato il congelatore e averne appioppato in quantità industriale ad amici e parenti, ogni giorno colgo i nuovi. Per consumarli tutti dovrei mangiarli anche nel latte a colazione!
Adesso però cominciano un po' a stufarmi, così (dopo la pasta alla trapanese, lo sformato e i fagiolini al pomodoro) ho provato a farne una torna salata e devo dire che il risultato è stato molto soddisfacente.
 
INGREDIENTI:
Base per torta salata (se volete trovate la ricetta per la mia Pasta Magica QUI)
300 gr di fagiolini
2 patate medie
Parmigiano q.b.
Stracchino q.b.
1 uovo

giovedì 15 settembre 2016

Recensione: "Qualcosa di vero" di Barbara Fiorio

Fantastico! Semplicemente fantastico!
Volendo potrei fermarmi anche qui. Che dite troppo concisa? Ok, ok, vedrò di scendere un po' più nel dettaglio! ;)

A rincasare ubriachi nel cuore della notte si rischia di inciampare in qualsiasi cosa: un gradino, i lacci delle scarpe, uno stuoino fuori posto. Ma se ti chiami Giulia, sei una pubblicitaria di successo e per te l'infanzia è solo una nicchia di mercato, puoi anche inciampare in una camicia da notte con una bambina dentro: Rebecca, la figlia della nuova vicina. Allora, tra i fumi dell'alcol, puoi persino decidere di ospitarla per una notte sul tuo divano. Salvo poi rimanere invischiata in sessioni di fiabe da raccontarle ogni volta che la madre, misteriosamente, non c'è. Da Cenerentola a Pollicino, da Raperonzolo alla Sirenetta, purché siano sempre le versioni originali: quelle di Perrault, dei Grimm e di Andersen, dove i ranocchi si trasformano in principi soltanto se li lanci contro un muro, e non sono certo i baci a risvegliare le più belle del reame. Se invece ti chiami Rebecca e sei arrivata da poco in città, puoi provare a conquistare i compagni di classe con le "fiabe vere". Salvo poi imbatterti nelle temibili bimbe della Gilda del cerchietto, pronte a screditarti con le versioni edulcorate della Disney. E forse, nonostante i tuoi nove anni, cercherai di far capire a Giulia, la tua amica del pianerottolo, che, anche se i principi azzurri nella realtà non esistono, l'uomo giusto a volte è più vicino di quanto si pensi. Ciò che ancora non sai è che la verità costa cara. E non solo perché certe cose è meglio non raccontarle, specie quando ci sono di mezzo i segreti degli adulti.

Tanti auguri al blog Ombre Angeliche!!!

Un compleanno importante per il blog di Rowan Ombre Angeliche che festeggia con un evento speciale da non farsi scappare; un bel giveaway con in palio dei bellissimi libri! Cosa state aspettando? Correte a iscrivervi!
Tanti auguri a Rowan e un in bocca a lupo a tutti i partecipanti (me inclusa è ovvio :D)!!!!!

src

mercoledì 14 settembre 2016

WWW: Wednesday # 26

 
 
Nuova settimana, nuovo WWW.
Ultimamente ho l'impressione (che poi tanto impressione non è) di non leggere molto, o meglio di leggere meno del solito e con più difficoltà. A voi è mai capitato? 
Forse è che con la testa sono ancora in vacanza e faccio fatica a rimettermi in moto! Di sicuro stare fuori casa o passare la giornata in spiaggia non aiutano, perché io lì proprio non riesco a concentrarmi (e dire che mi sono portata un libro per ragazzi per non impegnarmi troppo)!
In ogni caso, spero che con il rientro al lavoro si ristabilisca la solita routine e possa così ritornare a dedicarmi alle mie cose!
Cosa stai leggendo?

October List. Di questo thriller mi hanno parlato benissimo e quando mi hanno detto che è raccontato al contrario (la trama parte dall'ultimo capitolo e risale fino al primo) non ho potuto resistere. Dopo una lunga serie di fail con i thriller, incrocio le dita e mi tuffo nella lettura! ;)

martedì 13 settembre 2016

Recensione: "La prossima volta" di Marc Levy

READING CHALLENGE
N° 20 - Un libro comprato e mai letto
 
Finalmente un romanzo rosa ben scritto che non poggia su cliché e dal finale non scontato. Adoro lo stile di Levy e le sue storie coinvolgenti capaci di regale emozioni inattese.
 
Jonathan e Anna stanno per sposarsi quando Peter annuncia una notizia che cambierà la loro vita. Ha appena saputo che una galleria di Londra è venuta in possesso di cinque tele di Vladimir Radskin, pittore del XIX secolo del quale Jonathan è il massimo esperto. Tra queste potrebbe esserci il dipinto leggendario smarrito in circostanze misteriose nel 1868, che Jonathan cerca da vent'anni.
Quando Jonathan incontra Clara, proprietaria della galleria di Londra, vengono entrambi colpiti da un forte senso di déjà-vu. Indagando per autenticare il quadro, scopriranno molte cose sull'artista ma soprattutto su se stessi. Tre vite differenti, tre destini intrecciati in una corsa contro il tempo per salvare un amore che trascende il tempo.

lunedì 12 settembre 2016

Le ricette del lunedì: Pasta magica

Buongiorno e buon inizio settimana!
Cosa avete fatto durante il week end? Io sono stata al mare godendomi gli ultimi quattro giorni di ferie! E ora che mi sono ricaricata sono pronta a tornare a lavoro (più o meno)!
Oggi vorrei lasciarvi una ricetta favolosa e divertentissima da fare; una base per torta salata degna della scuola di magia e stregoneria di Hogwarts. Pronta in 2 minuti, si prepara senza bisogno di sporcarsi le mani. Non mi credete? Continuate a leggere.

domenica 11 settembre 2016

StrangerThings BookTag

Wow! Quanto tempo dall'ultimo Booktag!
Sono un po' fuori esercizio, ma mi sono divertita molto a farlo ripercorrendo così molte bellissime letture che mi hanno accompagnata fino ad ora! Su alcuni titoli ho avuto l'imbarazzo della scelta, altri sono stati invece molto semplici.
Grazie mille a Clarissa e al suo blog Questione di libri per la nomina! :)
Ma partiamo subito con le tracce!!
 
 EPIC INTRO: Un libro che ti ha catturato fin dalla prima pagina
 

La saga della Randall mi ha rapita da subito, dalla prima pagine dell'ultimo volume! Si, perché io questa serie l'ho letta partendo dall'ultimo libro! :)
Poi, anche se la recensione non l'ho mai postata, ho letto e adorato anche i primi tre, ma Hyperversum next è stato il primo impatto con questo universo; amore a prima vista!
Ma ve lo immaginate se giocando con ad un videogame, finiste in un'epoca passata? Certo, al medioevo io preferirei l'età vittoriana (non sia mai che incontri il mio Mr Darcy)! E voi dove vorreste capitare?

mercoledì 7 settembre 2016

WWW: Wednesday #26

 
No, ma vi rendete conto del freddo che fa?
Ma si può essere più sfortunati di così? Le prime settimane di ferie dell'anno e fa un freddo cane, altro che mare, qui è quasi da settimana bianca! Uffi!!!
Io lo dico sempre che sono sfortunata, vi siete convinti anche voi?
Tanto per consolarmi mi sono dedicata ad un po' di shopping libresco che non fa mai male (tranne che al portafoglio)! XD
Ma basta tergiversare, passiamo al WWW di questa settimana.

Cosa stai leggendo?
Qualcosa di vero. Iniziato da poche ore, lo sto semplicemente divorando. Carino, ironico, originale.

Cosa hai appena letto?
 
 
Quattro giorni dopo. Non so. Bello e ben scritto, ma il finale mi ha rovinato il resto della storia. Qui potete trovare la recensione.
La prossima volta. Bello. Coinvolgente. La giusta misura tra romance e mistero arricchito da uno stile che sa come trascinare il lettore pagina dopo pagina.

Cosa leggerai?

Non so proprio. Ho davvero tanta, troppa scelta. In realtà ho ancora voglia di thriller, ma anche di fantasy, romance, chick lit... che dite esagero?
Tra i libri che mi aspettano da un po' c'è Per dieci minuti della Gamberale, ma come sempre alla fine deciderò sull'impulso del momento!
 
Voi invece cosa state leggendo?

martedì 6 settembre 2016

Recensione: "Quattro giorni dopo" di Sarah Lotz

Ci sono libri belli e brutti, libri che si amano e libri che si odiano e poi ci sono libri come questo, quelli che, per quanto ti impegni, proprio non riesci a capire.
 
Due anziane vedove, un medico, un blogger spregiudicato, un ex poliziotto, una giovane steward, un marito infedele: ognuno di loro nasconde segreti oscuri. E la verità verrà a galla quando saranno messi di fronte all'impossibile... Ai tremila passeggeri della Beautiful Dreamer, partiti da tre giorni per una crociera nel mar dei Caraibi, sembra davvero di vivere un sogno. Il quarto giorno, però, i motori all'improvviso smettono di funzionare, così come tutti i sistemi di comunicazione. Alla deriva in mezzo all'oceano, con le scorte di cibo e acqua che iniziano a scarseggiare e senza nessuna traccia di una missione di salvataggio, la situazione sembra volgere al peggio. Eppure non è finita. Una donna viene infatti trovata morta nella sua cabina e diverse persone lamentano i primi sintomi di una strana malattia. L'equipaggio cerca di mantenere la calma, tuttavia sempre più passeggeri vengono presi dal panico, mentre qualcuno arriva addirittura a ipotizzare che non ci sia niente di casuale in quell'avaria. Ma chi avrebbe potuto sabotare la nave? E per quale motivo, poi? Una sola cosa è certa: più passa il tempo, più nella mente di tutti si insinua il dubbio che qualcuno - o qualcosa - stia tramando nell'ombra perché nessuno esca vivo di lì...

lunedì 5 settembre 2016

Le ricette del Lunedì: Cheesecake Cioccolato&Cocco

Buon inizio settimana a tutti e un ben tornati nella rubrica di ricette che ho miseramente abbandonato per tutta l'estate! :(
Vedrete che saprò farmi perdonare. Come? Semplice, condividendo con voi tutte le fantastiche ricette che ho scovato in queste settimane! Pronti a iniziare?
Ovviamente essendo una golosa di prima categoria non potevo non iniziare da un dolce semplicemente fantastico, una cheesecake super estiva al cioccolato e cocco!
Ho trovato la ricetta sul blog Fatto in casa da Benedetta (che vi invito ad andare a visitare perché è sempre pieno di idee facili ed interessanti) ed è stato amore a prima vista! Ma non perdiamoci in chiacchiere e vediamo cosa serve!
 
INGREDIENTI
 
BASE:
200 gr biscotti al cacao (io ho usato i pan di stelle)
100 gr burro
 
CREMA:
250 ml panna da montare
3 yogurt al cocco
8 gr di gelatina in fogli (colla di pesce)
3 cucchiai farina di cocco
2 cucchiai di Fecola
300 ml acqua
 
DECORAZIONE
Cioccolato grattugiato
farina di cocco
 
Ho modificato un po' la ricetta originale, più perché non avevo sotto mani gli ingredienti giusti che per scelta, ma il risultato finale non ne ha risentito, ve lo assicuro! :)

sabato 3 settembre 2016

Recensione: "Scommettiamo che ti faccio innamorare?" Emma Hart

Da questo libro non mi aspettavo niente di speciale e, se devo essere sincera, l'ho preso allettata dalla promozione del 2 libri a 15€, però devo dire che, nella sua semplicità, è stata una lettura piacevole.
 
Maddie ha odiato Braden dal primo sguardo. Egoista, sbruffone, dongiovanni: incarna alla perfezione tutto quello che lei non sopporta. E allora perché quando le sue amiche la sfidano a prendersi gioco di lui, non riesce a dire di no? Braden ha messo gli occhi addosso a Maddie da subito. Ecco perché ha accettato la scommessa dei suoi amici di riuscire a portarsela a letto. Dopotutto, è un modo per ottenere ciò che vuole. Sesso. Ma quando i due cominciano a frequentarsi, Braden non può fare a meno di provare qualcosa per la ragazza fragile che si nasconde dietro quegli occhioni verdi. E Maddie comincia a pensare che in Braden l’arroganza è solo una corazza che racchiude una dolcezza insospettabile.

venerdì 2 settembre 2016

Recensione: "Stranalandia" di Stefano Benni

READING CHALLENGE
N° 37 - Un libro ambientato in un luogo di mare

Credo di poter dire senza ombra di dubbio che Stranalandia sia il libro più bizzarro che ho letto nel 2016, originale sia per lo stile che per il contenuto.
Questo libro non ha una trama vera e propria, o meglio ce l'ha ed è riassunta perfettamente nelle pagine introduttive del volume dove si racconta la storia del naufragio in seguito al quale due scienziati finiscono su un'isola sconosciuta; Stranalandia.
 

 
 
Pappagatto
L'opera è l'estratto del diario di uno dei due studiosi in cui sono annotate le osservazioni sugli abitanti peculiari e bizzarri di quella terra: da Osvaldo, l'unico uomo presente, al coniglio orologio o il pappagatto.
 
Ogni descrizione è corredata di disegni ben curati che aiutano a figurarsi l'animale descritto in ogni dettaglio, e pezzo dopo pezzo, personaggio dopo personaggio, prende piano piano vita la terra che ben merita il nome di Stranalandia.
 
Benni in questo libro da prova, oltre della sua bravura stilistica, anche della grande fantasia che sta dietro alla creazione di una terra che ha poco da invidiare al Paese delle Meraviglie di Carroll.
Una lettura diversa che ha fatto fare un po' di ginnastica alla mia fantasia. Consigliatissimo a grandi e piccini, perfetto da leggere insieme!

Titolo: Stranalandia
Autore: Stefano Benni
Editore: Feltrinelli
Pagine 118
Prezzo: Ebook preso in prestito tramite portale MLOL

giovedì 1 settembre 2016

Recap: Luglio e Agosto

Visto che a Luglio ho saltato il turno ho pensato di fare un mega post riassuntivo con le letture degli ultimi due mesi. Spero di ricordarmele tutte!!
Visto che sarà un post già abbastanza lungo, meglio non perdermi in chiacchiere ed iniziare questo Super Recap!

Luglio
 
Storia vera di Jack quattordicenne che ha scoperto un modo più veloce, efficiente ed economico di diagnosticare il cancro, permettendo cure più tempestive. C'è poco da dire è una lettura che apre la mente e stupisce, ricordando che alla fine niente è impossibile!
 
la misura della felicità *****
Favola per adulti piena di buoni sentimenti. Vale la pena leggerla anche solo per lo stile della Zervin che sa davvero come incollare i lettori alle pagine!